Ancora in tema di cultura del vino delle
latitudini nordiche: questa volta vi ricordo di pianificare un salto a
Bolzano, lunedì 25 agosto. Al Teatro Comunale, dalle ore 15.00 alle
21.00, si tiene una bella manifestazione, Vinea Tirolensis,
dove potrete conoscere o reincontrare un buon numero dei vignaioli
indipendenti dell’Alto Adige: per la precisione, saranno presenti 61 tra gli aderenti all’associazione
Freie Weinbauern Südtirol / Vignaioli dell’Alto Adige, oltre a 6 ospiti, per un totale di 290 vini di propria produzione, ripartiti in 133 bianchi e rosé, 150 rossi, 2 spumanti e 5 distillati

Purtroppo quest’anno non potrò parteciparvi, ma se qualche
amica o amico passa dalle parti di Bolzano e vuole raccontarci
qualcosa, lo spazio di Aristide è a sua disposizione.

Ecco il testo del comunicato ufficiale:

Associazione Vignaioli dell’Alto Adige (FWS)
Vino a teatro – Ospiti dal proprio territorio – Previsioni

9. Vinea Tirolensis 2008 al Teatro Comunale di Bolzano
(/bu) Saranno 67 quest’anno i produttori, di cui 61 soci vignaioli e 6 ospiti, che lunedì 25 agosto 2008 al Teatro Comunale di Bolzano (con orario 15.00-21.00) presenteranno in totale 290 vini di propria produzione: 133 bianchi e rosé, 150 rossi, 2 spumanti e 5 distillati.
Per l’Associazione si tratta dell’avvenimento principale dell’anno, che consente di far apprezzare il ventaglio della produzione vinicola dei soci ai clienti del settore gastronomico e del commercio specializzato e a tutti gli estimatori. La peculiarità della manifestazione sta nella partecipazione di vignaioli provenienti da tutte le aree di produzione altoatesine, circostanza che garantisce un’ineguagliabile ricchezza nella varietà e nella tipicità dei vini.
Proprio grazie alle piccole dimensioni delle aziende familiari, i vini dei nostri vignaioli presentano una particolare individualità che si valorizza in tutto il processo di lavorazione, dalla vigna alla bottiglia. Un’autenticità che si impone anche al di là delle mode e delle tendenze di gusto del mercato.
Quest’anno i visitatori potranno degustare per la prima volta i vini di ospiti che provengono dalla nostra terra: le cantine sociali di San Paolo, San Michele d’Appiano, Terlano nonché dei produttori Tiefenbrunner, Abbazia Novacella e Schmid-Oberrautner. È un primo concreto segnale della buona collaborazione nel neo costituito consorzio “Vino Alto Adige”, di cui fanno parte tutte e tre le associazioni vinicole territoriali.
Ecco perché Vinea Tirolensis può vantare un proprio pubblico affezionato, che attende con grandi aspettative di assaggiare i vini delle produzioni attualmente commercializzate.
Ulteriori informazioni sul sito www.vineatirolensis.com

Associazione nazionale dei vignaioli
I soci di FWS sono tra i promotori della FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, associazione di recente fondazione che per la prima volta rappresenta gli interessi comuni a livello nazionale e comunitario. Tra gli oltre 500 soci fondatori, Peter Dipoli e Manfred Nössing-Hoandl sono stati eletti membri del Consiglio dalla prima assemblea generale della Federazione tenutasi a Colorno presso Parma il 29 luglio 2008. Per l’Associazione è inoltre motivo d’orgoglio che Peter Dipoli sia stato nominato Vicepresidente della Federazione nazionale. Sono stati in realtà i Vignaioli dell’Alto Adige, assieme ai colleghi della Valle d’Aosta e del Piemonte, a dare un contributo determinante alla nascita di questa associazione. Il Direttore di FWS Christian Rottensteiner ha partecipato alla stesura dello statuto e sostenuto in modo fattivo il segretario nazionale designato, affiancandolo come consulente grazie alla sua esperienza e contribuendo alla creazione e all’aggiornamento del sito web.
Maggiori informazioni sul sito alla pagina: www.fivi.it

Costituzione del consorzio “Vino Alto Adige”
Dopo numerosi colloqui e accese discussioni e grazie all’intermediazione dell’assessore provinciale Hans Berger, nella scorsa primavera è stato finalmente costituito il consorzio “Vino Alto Adige” con l’obiettivo di gestire in futuro gli interessi comuni nell’ambito dell’economia vitivinicola altoatesina. I Vignaioli dell’Alto Adige hanno partecipato fin dall’inizio alle trattative e con soddisfazione sono riusciti ad ottenere alcune attribuzioni a cui si puntava sin dalla fondazione di FWS nove anni fa:
-    sostegno finanziario delle iniziative di FWS da parte dell’apposito Fondo Promozionale;
-    sostegno delle proprie attività da parte delle agenzie stampa incaricate dalla Promozione Vini Alto Adige;
-    riconoscimento del diritto di partecipare alle decisioni non solo in base alla produzione in ettolitri, ma anche all’apporto di idee costruttive.
Poiché ora nel consorzio sono rappresentati solamente i protagonisti dell’economia vitivinicola altoatesina (i 10 membri del Consiglio sono così suddivisi: 5 dal Consorzio delle cantine sociali, 3 dall’associazione Tenute dell’Alto Adige e 2 da FWS), saranno loro in futuro a rappresentare e promuovere attivamente gli interessi dell’economia vitivinicola locale. 

La grandine, il tempo, la maturazione
Le intense e lunghe precipitazioni con estesi periodi di umidità notturna hanno favorito l’infestazione delle foglie di vite da parte della peronospora, senza alcun dubbio una delle peggiori degli ultimi 30 anni. “Si vede fin d’ora che ciò causerà significative riduzioni nella produzione non solo per le coltivazioni di tipo biodinamico, ma anche per quelle tradizionali!”, commenta amaramente il Presidente di FWS Josephus Mayr (Maso Unterganzner). Le maggiori perdite nella produzione saranno da registrare nei vigneti di Schiava Gentile, Merlot e Chardonnay.
Alla fine di giugno una delle zone di produzione di maggiore pregio in Alto Adige, quella che va da Terlano a Bolzano, è stata purtroppo interessata da forti grandinate che hanno comportato ulteriori perdite fino all’80% nei vigneti di Lagrein, un altro vitigno particolarmente importante.
Le forti piogge hanno determinato un’eccessiva fase vegetativa che ha richiesto un notevole surplus di lavoro al momento della sfogliatura nei vigneti. Il punto di maturazione dei grappoli è nella norma e quindi ad uno stadio decisamente più tardivo di quello del 2007, caratterizzato da una maturazione precoce, una constatazione che è salutata positivamente dai viticoltori.

Libri – nuove pubblicazioni
Prosegue il progetto del libro sull’Associazione di cui i Vignaioli dell’Alto Adige hanno incaricato il giornalista ed esperto di vini svizzero Martin Kilchmann e che sarà presentato a Verona al Vinitaly nel mese di marzo e al 10° Vinea Tirolensis nell’estate 2009.

___________________________
Contatti & Info:

  • i soci e le loro tenute in Internet: www.fws.it/associati
  • Associazione Vignaioli dell’Alto Adige, uffici:
Via Bolzano 3  39018 Settequerce/Terlano
Tel. +39 0471 238002, Fax +39 0471 238242, info@fws.it
  • Christian Rottensteiner, Direttore: direktor@fws.it
  • Josephus Mayr, Presidente: cell. +39 347 0713263, praesident@fws.it
  • Dott.ssa Beatrix Unterhofer, Stampa & PR: cell. +39 335 493139, beatrix@byou.it