FIVI_Mercato_highArriva il week-end del “Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti della FIVI, a Piacenza, sabato 30/11 e domenica 1/12.

Siamo alla terza edizione di una manifestazione che dovrebbe celebrare l’incontro tra chi consuma e chi produce vino. Come recita il comunicato ufficiale (integralmente disponibile a seguire) sarà l’occasione per incontrare “240 vignaioli da 16 regioni, presenti per proporre in degustazione e vendita oltre 1000 vini da vitigni autoctoni e internazionali, e di tutte le tipologie, dai fermi agli spumanti ai passiti. Tutti i più importanti territori del vino italiano saranno rappresentati“.

Evviva.

Seguirà la ricerca del difficile equilibrio tra auto-referenzialità e servizio al visitatore. Per la prima, ben sei incontri nei quali “gli artigiani del vino dialogheranno con i loro colleghi di altri settori“. Manco fosse un’assemblea sindacale inter-categoria. Immagino riflessioni incentrate sulla cultura e l’economia di prodotto, come se la qualità fosse oggi la condizione unica e indispensabile per poi venderlo, il prodotto. E invece nel mondo del vino, soprattutto artigianale, non è più così da tempo. Peccato, il mondo dei nuovi consumi, dei nuovi consumatori, dei nuovi canali, della rete e delle nuove forme di marketing del marchio, promozione, vendita, export, rimarrà fuori dall’algido capannone industriale di Piacenza Expo.

Chi ha stabilito l’equazione “vignaiolo artigiano” = “vecchie idee già sperimentate” ?

Perché, amici vignaioli, ve la raccontate tra voi e con noi pochi comunicatori, anziché rivolgere ai “veri clienti”, i consumatori, messaggi forti di innovazione e stimolo al progresso della filiera?

Ritenete che la mera creazione di una rassegna-mercato come questa di Piacenza sia sufficente? Ritenete che “servire il vero cliente” sia il realizzare “un servizio ristorazione di altissimo livello” nel padiglione di Piacenza Expo, oppure l’accedere allo “shopping enoico in maniera spensierata (…) perché grazie a I-DIKA, corriere espresso presente in fiera, si potrà scegliere di farsi spedire a casa le confezioni di vini acquistati“?

Mettere mille etichette in una vetrina è oggi il massimo dell’orizzonte disponibile?

[a seguire il comunicato stampa con i dettagli della manifestazione]

====================================================

IL MERCATO DEI VINI ARTIGIANALI È A PIACENZA

Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre, a Piacenza Expo,
240 vignaioli artigiani e oltre 1000 vini raccontano l’Italia delle PMI vitivinicole.
Un viaggio, calice in mano, alla scoperta di storie e territori

Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre gli artigiani del vino italiano si ritroveranno a Piacenza Expo per la 3ª edizione del MERCATO DEI VINI DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI, organizzato da FIVIFederazione Italiana Vignaioli Indipendenti in collaborazione con la Fiera di Piacenza.
Nel corso di entrambe le giornate, dalle ore 11 alle 19, i visitatori potranno incontrare 240 vignaioli da 16 regioni, presenti per proporre in degustazione e vendita oltre 1000 vini da vitigni autoctoni e internazionali, e di tutte le tipologie, dai fermi agli spumanti ai passiti. Tutti i più importanti territori del vino italiano saranno rappresentati. Per le pause di gusto fra gli assaggi, non mancheranno gli artigiani del cibo con tipicità gastronomiche quali salumi, formaggi, cioccolato e pani tradizionali.

Il PROGRAMMA della manifestazione prevede inoltre sei INCONTRI, distribuiti fra sabato e domenica, nei quali gli artigiani del vino dialogheranno con i loro colleghi di altri settori. Saranno incontri e degustazioni dedicati all’approfondimento del concetto di ARTIGIANATO e della sua più intima identità, coordinati da importanti penne del giornalismo enogastronomico italiano. Temi quali lo stile, il linguaggio, il tempo, la tradizione, la manualità, il clima, sono vitali per il “fare artigiano” e verranno affrontati da vignaioli soci Fivi quali Elisabetta Foradori, Walter Massa, Leonildo Pieropan e Ampelio Bucci, e noti personaggi del mondo gastronomico come il pastaio Gaetano Verrigni, il torrefattore bolognese Leonardo Lelli e ancora lo chef Massimo Spigaroli. Porteranno il loro contributo e le loro esperienze anche la stilista Monica Benini, la ceramista Isabella Bovina e il calzolaio Massimiliano Mazzucchi.

Saranno momenti dedicati a donne e uomini che continuano a credere nelle loro capacità e a investire nel territorio in termini di lavoro e risorse, mantenendo vivo e vivace il modello produttivo delle PMI. Artigiani che si identificano con i loro prodotti, nei quali ritroviamo vite intere fatte di gesti, sapienze, esperienze e sensibilità. Un patrimonio che secondo FIVI va riscoperto e nuovamente valorizzato.

Sono pensate per i visitatori le due più importanti NOVITÀ di questa terza edizione del Mercato dei Vini: un servizio ristorazione di altissimo livello gestito da l’ANTICA CORTE PALLAVICINA dei Fratelli Luciano e Massimo Spigaroli, che per tutta la durata dell’evento sfornerà piatti speciali. E la possibilità di dedicarsi allo shopping enoico in maniera spensierata (pensando anche ai doni per le prossime feste), perché grazie a I-DIKA, corriere espresso presente in fiera, si potrà scegliere di farsi spedire a casa le confezioni di vini acquistati.

Il Mercato dei Vini conta quest’anno su partner quali Winterhalter, Varesco , Sugherificio Piemontese, Errevieps/Perbacco, Costantini1962 e poi ALMA Wine Academy e l’Unione Commercianti di Piacenza. E in particolare Acqua Levico, pura espressione del territorio Trentino, vicina ai vignaioli FIVI nel rispetto per l’ambiente e nella valorizzazione del territorio e delle sue risorse, che fornirà migliaia di confezioni per la manifestazione.

Info in breve:
Date: sabato 30 novembre, domenica 1 dicembre 2013
Luogo: PiacenzaExpo, quartiere fieristico che si trova all’uscita del casello di Piacenza Sud
Distanze: un’ora da Milano, Bergamo, Brescia, Verona. Meno di un’ora da Mantova, Reggio Emilia, Parma, Alessandria
Per chi arriva in treno: servizio navetta alla Stazione ferroviaria di Piacenza
Orari: sabato che domenica, dalle ore 11 alle 19
Biglietto ingresso: Euro 15,00 catalogo e calice degustazione inclusi
Incontri con gli artigiani: Euro 10,00 l’uno. Prenotare inviando mail all’indirizzo: accrediti@fivi.it