Diceva ieri un produttore disincantato: "Il Vinitaly è sempre una festa, tutti ti dicono che il tuo vino è buonissimo, tutti ti salutano volentieri. Ma il giorno dopo la fine del Vinitaly, cominciano i cavoli amari".

Aristide augura a tutti i produttori e agli operatori della filiera del vino italiano di saper sfruttare lo slancio positivo che così tanti dichiarano di aver ricevuto da questi quattro giorni di Vinitaly.

Buon lavoro e in bocca al lupo a tutti!