Pojer e Sandri Faedo Questa del vino è una “passione totale”, quindi mi sembra inevitabile fare il Ferragosto in cantina. Dobbiamo a Mario Pojer e Fiorentino Sandri questo colpo di genio: per chi non ama passare una delle festività topiche dell’anno tra gavettoni in spiaggia e malghe affollate, ecco una soluzione brillante, fare un salto a Faedo (TN), pochi minuti dall’autostrada del Brennero, e passare un bel pomeriggio ferragostano in cantina.

E’ il Vinix Live #10, evento spontaneamente itinerante dell’eterogenea comunità del social network Vinix. Il programma è molto ricco (leggete qui), e la malizia del cronista intravede una bella “provocazione”: sono state invitate alcune cantine sociali per dimostrare agli increduli ciò che sembrerebbe ovvio, ovvero che anche le cantine sociali fanno vini buoni, rispettosi dei territori, con buoni redditi per gli agricoltori, a prezzi accessibilissimi per noi consumatori.

Prevenuti e scettici, così come i sostenitori dei modelli di cooperazione a elevata intensità di capitale (alias soldi dei contribuenti) per fare vini-commodities, sono serviti. Tranquilli, in fondo è solo un Ferragosto in cantina…

———————-
La foto di questo post è dell’autore, ritrae la cantina Pojer e Sandri vista dai propri vigneti in Faedo (TN).