Maso Michei Unità 2011 Sotto la regia di Isidoro Furlan, Comandante del NIPAF (nucleo investigativo) e del Corpo Forestale dello Stato di Asiago, si è riunito un gruppo eterogeno di personaggi del vino insieme a diversi amici appassionati. Raggiunto dall'invito, Aristide non s'è lasciato sfuggire l'occasione di una giornata all'aria aperta e, soprattutto, in un luogo per il quale non riesce a nascondere una forte simpatia. Si tratta di Maso Michei, una piccola cantina di montagna, a ben 850 mt. slm., nella splendida Valle di Ronchi di Ala incuneata tra le Piccole Dolomiti e la frangia settentrionale dell'Altopiano dei Monti Lessini.

Una cantina nata dall'amicizia tra Albino Armani e Giuseppe Tognotti, trentini concreti e bravi vignaioli. Erano loro a ricevere ospiti e amici, a mescere bottiglie delle due aziende e intrattenerci nel tempo passato con loro.


Molti i "calibri da 90" del vino trentino e veneto che non hanno voluto mancare l'occasione di passare qualche ora in relax, senza soffermarsi troppo su conversazioni di lavoro, e abbandonandosi all'esplosiva energia e simpatia di Isidoro Furlan. Non farò altri nomi, lascio a voi il divertimento di riconoscere alcuni di loro nelle foto e nel video di fortuna, il quale ha il solo merito di registrare un momento topico della giornata: tutti in piedi, mano sul cuore, a cantare l'inno di Mameli. A nostro modo, abbiamo salutato il 150.o dell'Unità d'Italia.

Quanto ai vini, devo segnalarvi l'elevata qualità dei bianchi di Maso Michei (Müller Thurgau e Gewürztraminer), ma su tutti si sono imposti il Maso Michei Pinot Nero Vigneti delle Dolomiti IGT 2008 e l'ormai esaurito 2005 (accidenti come invecchiano bene questi vini), insieme a una straordinaria annata dell'Albino Armani Foja Tonda Terradeiforti Valdadige DOC 2007, che promette grandi cose. Complimenti.

E non fatemi parlare di un'autentica chicca che Giuseppe Tognotti ha in serbo: un metodo classico d'alta quota che stiamo seguendo da tempo nella sua evoluzione, e sul quale un po' tutti nutrono aspettative importanti.

Per finire, ecco le foto che raccontano alcuni momenti della giornata.