Champagne_closure_maestro_detail Innovazione interessante per le "chiusure alternative" per vini spumanti e Champagne. Si chiama Maestro®, la produce la Alcan Packaging Capsule. Trattasi di un tappo corona (sì, corona, avete letto bene…) integrato in una capsula con una leva esterna che funge da cavatappi: la sollevate e il tappo viene estratto con tutta la parte superiore della capsula (vedi il video riprodotto nel seguito del post). Facile. Più facile che usare la sciabola napoleonica o la tradizionale apertura del tappo a fungo di sughero. E comprende pure il botto.

La nuova chiusura è stata adottata dalla Champagne Duval-Leroy per il loro Clos des Bouveries 2004. Gli scopi: risparmiare sughero, eliminare i sentori di tappo, puntare su una chiusura ampiamente sperimentata come il tappo corona. Infatti, il tappo corona viene spesso usato come tappatura provvisoria degli Champagne, in attesa della chiusura definitiva con il sughero.

Prima che vi esprimiate con commenti di esecrazione e critica nei confronti di questa innovazione, dovete sapere che il Maestro® è costato alla Alcan 1 milione di dollari in tre anni di ricerca e sviluppo. Al momento, non si ha notizia del costo.
Se proprio vi disturba associare questa chiusura all'allure dello Champagne, pensate quanti dei nostri Prosecco e spumanti variamente d'assalto potrebbero beneficiare del tappo-corona-con-la-leva: bottiglie adattate per il canale dei wine bar e osterie (facilita la vita al servizio), oppure per la Grande Distribuzione (attrarre consumatori curiosi e senza tanti scrupoli).
Pensateci.

————————–
Segnalato da bkwine e, soprattutto, ripreso qui da Francis Boulard (vigneron della Champagne e wine blogger).