Dettori Renosu rosso 192xProduttore: Tenute Dettori, Badde Nigolosu, Sennori (SS) Sardegna
Vino: Renosu Romangia Rosso IGT 2005
Denominazione: Romangia IGT
Prezzo: circa €5 in cantina, bott. 750ML.

Lo trovo nella carta dei vini di un ristorante in provincia di Ferrara. Che strano. Conosco Alessandro Dettori, il menu consente degli abbinamenti interessanti, per cui proviamolo! Qualche giorno dopo, lo stesso Alessandro, al telefono, si mostrerà parecchio stupito che questo vino io lo abbia potuto trovare da quelle parti: mi spiega che il Renosu è un vino a tiratura limitata, destinato al mercato dei ristoratori locali, intorno a Sennori, poco distante da Porto Torres, nel nord-ovest della Sardegna, quasi sul Golfo dell’Asinara. Lì si affacciano i vigneti ad alberello delle Tenute Dettori, dove immagino fronteggino come possono il Maestrale, il freddo vento di nord-ovest. La loro terra si chiama Romangia, colonizzata già dai Romani, portatori della viticoltura sull’isola (anche se esistono ipotesi diverse al riguardo). La Romangia è dal 1995 una IGT (Indicazione Geografica Tipica), e il Cannonau è il vitigno a bacca rossa che la fa da padrone. Il Renosu proviene proprio da quell’uva, al 100%, dalla medesima selezione attuata in azienda per i vini Dettori, Tenores e Tuderi, i Cannonau di riferimento dell’azienda. Il Renosu fermenta sui propri lieviti, poi sosta in piccole vasche di cemento e infine in bottiglia per un anno. Come per gli altri vini, nessuna filtrazione, chiarifica, stabilizzazione. Per questo è leggermente torbido, di un bel rosso granato che annuncia lo stile ossidativo, ma è un fattore molto ben controllato, piacevole. La sensazione gustativa generale è di frutta sotto spirito (alcool a 14%), un vino di grande bevibilità e divertimento. Dettori scrive nella retroetichetta che “questo è il Cannonau che amo offrire agli amici che vengono a trovarmi a casa mia, sulle colline in riva al mare“. Quando si parte?