D’accordo, era agosto, tutti in ferie o con la testa in vacanza. Così il post di allora ve lo ripropongo nella sostanza: istituire Alcol Check preventivi. Sono passate poche settimane e la situazione non migliora. Mi riferisco alle misure e alle sanzioni varate via decreto governativo per reprimere la guida in stato di ebbrezza. I provvedimenti adottati sono scarsamente efficaci. Soprattutto per la
carenza strutturale di organico di Polizia, siano essi della Polizia
Stradale o Carabinieri. Qui non si discute se i controlli siano opportuni o giusti. Al volante ci si mette sobri e basta. E le modifiche ai nostri comportamenti sono in corso. Così come i consumi di vino, che presso i ristoranti stanno calando vistosamente, almeno questo è quanto riportano alcuni ristoratori interrogati in questi giorni.

Piuttosto, mentre si è appena concluso il Salone del Gusto di Torino, si avvicina un altro grande evento enoico: l’International Wine Festival di Merano. Quindi, Aristide rilancia la sua proposta alle Autorità.

Alcol Check preventivi

Ecco un’idea: durante le prossime tre grandi manifestazioni del vino che si approssimano (Salone del Gusto di Torino, International Wine Festival di Merano e Vinitaly
di Verona), anziché piazzare inverosimili pattuglie sulle strade in
uscita dagli eventi (sarebbe una strage di patenti, nevvero? Ma no,
siamo un Paese di realisti, le Autorità non lo farebbero mai…),
facciamo come la Polizia tedesca, che a Monaco di Baviera, durante
l’Oktober Fest, piazza le (poche) pattuglie dentro i (pochi) parcheggi
ed effettua lì, seduta stante i test con gli etilometri al pubblico in
uscita. Senza sanzioni. Senza repressione. Così, tanto per attuare nel
concreto un po’ di quella "ben altra azione preventiva" della quale
tanti si riempiono le bocche. Così, tanto per informare le persone sul
loro "stato alcolico", tanto per avvertirle dei rischi ai quali vanno
incontro se si mettono alla guida. Tanto per fargli capire quanto siano
potenzialmente pericolosi per se stessi e per gli altri, e non per le
eventuali multe che possono prendere. Tanto per spiegargli come comportarsi,
ora che hanno bevuto, quanto tempo sia meglio aspettare prima di
mettersi alla guida, ecc.

E dopo i parcheggi delle fiere del vino, vogliamo magari occuparci
dei parcheggi delle grandi discoteche? Io dico che lì, anche un
coglione ubriaco capirebbe il valore di un’azione del genere… Non
certo in mezzo alla strada, magari dopo aver compiuto il suo tragico
danno.