Syrah_poggioargentieraUno degli aspetti più intriganti del blog è raccontare vicende, viaggi, esperienze di lavoro, in tempo reale. Il blog nasce come diario personale, strutturato linearmente in avanti sull'unica variabile importante, il tempo. Ancora oggi, non sono molti i blog gestiti da produttori di vino, e sono ancora meno coloro che sanno raccontare le vicende della produzione in cantina o dell'attività di campagna. Forse sono pochi coloro che sentono il bisogno di informare i propri clienti della filiera e i consumatori sulle attività pressochè quotidiane in vigna e cantina.

La vendemmia è una buona opportunità per mettere alla prova le potenzialità dello strumento blog: poterla seguire di settimana in settimana (se non addirittura quotidianamente) attraverso il racconto, i dati tecnici, le fotografie o i video, ci apre la possibilità di vederla con gli occhi del singolo produttore.
E' nata la vendemmia digitale. Non si era mai vista prima, la vedremo sempre di più in futuro?

Per fortuna, nonostante il gravoso impegno di questi giorni, alcuni wine blogger stanno documentando il progredire della raccolta delle uve e le successive lavorazioni. Lo dico francamente: solo un produttore può in effetti darci queste informazioni, spesso completate da appassionanti descrizioni di situazioni inattese o stati d'animo che difficilmente un estraneo potrebbe riportare.

Ma passiamo ai fatti.

Chi di voi usa i link di Aristide qui a fianco a sinistra, avrà già visitato alcuni di questi blog. Per tutti gli altri e le altre comincerei dal blog di un assiduo lettore di Aristide, Gianpaolo Paglia. Su Poggioargentiera sta documentando con cadenza quasi quotidiana lo sviluppo della vendemmia (cominciare da questo post) della propria azienda sita in piena Maremma toscana. Persone, uve, animali, tecnica, meteo, prime fermentazioni: non tralascia niente Gianpaolo Paglia, in un racconto scritto e per immagini che oscilla tra la tecnica e le emozioni, in attesa del culmine che vedrà nascere i due Morellini di Scansano che caratterizzano la sua produzione: il Capatosta ed il Bellamarsilia, oltre al Finisterre (un IGT Toscana, blend di Alicante e Syrah), all’Ansonica e al Vermentino. Complimenti Gianpaolo, di meglio non si può fare!

Il modello al quale Aristide ha sempre pensato ci si dovesse riferire per raccontare il vino come produttore, è quello del "diario di campagna". Tra i migliori interpreti, e da circa un anno, c'è senz'altro "Le blog de Francis Boulard – Journal d'un vigneron de Champagne", titolare della la cantina Raymond Boulard (recentemente visitata da Aristide e raccontata da lui stesso). La vendemmia  nello Champagne comincerà intorno al 20 settembre, ma il clima, che tanto ha preoccupato Francis e i suoi colleghi in luglio e agosto, è sensibilmente migliorato e potrebbero anticipare un po' le operazioni di raccolta. Francis Boulard ha sempre dichiarato di usare il blog soprattutto per rispondere alle domande dei clienti su una miriade di questioni tecniche, climatiche e commerciali: così si è organizzato il proprio tempo adeguatamente e ci compila i suoi post durante i week-end. La sua cronaca meticolosa sull'andamento della maturazione delle uve nelle tre aree dove Boulard ha i suoi vigneti nello Champagne è imperdibile: aspetti tecnici e link alle fonti di informazione locale, sono completati da uno stile di scrittura asciutto, preciso e molto chiaro, per giunta in francese e inglese.

Durante la visita in cantina da Boulard ho appreso dell'amicizia che lega Francis Boulard a Benoit Tarlant, titolare del video-blog "Champagne Tarlant" del quale parlammo a suo tempo qui. Benoit Tarlant sta documentando in video vari momenti della giornata di un vignaiolo e, da pioniere, ha aperto la strada alla documentazione in video del lavoro in cantina e campagna. Siamo quindi su un livello ancora superiore, anche se realizzato con sistemi amatoriali, reso possibile dalla evidente disponibilità di connessioni a banda larga (ADSL o similari), opportunità negata in Italia alla grande maggioranza delle nostre aziende agricole (grazie Telecom Italia!).

Un altro blogger vignaiolo che sa come usare il mezzo è Luca Risso, principale autore dell'ala italiana di TheWineBlog.net. Negli ultimi mesi, Luk – come si fa chiamare in rete Luca e nelle sue apprezzate incursioni su Aristide – si cimenta in un vigneto "domestico" e racconta con ironia e competenza la sua esperienza, fino all'ultimo episodio, dove con franchezza e sincerità tira le prime somme parziali sulla vendemmia.

Queste vendemmie digitali ci offrono un'informazione non-mediata e diretta, molto parziale di certo, ma nel complesso assai più interessante dei "bollettini-della-vittoria" che circolano sui "main stream media" (giornali, TV, ecc.). Non mi resta molto tempo, ma completerei la rassegna ancora parziale con alcune brevi segnalazioni:

  • Duperebarrera_dscn1101 Le Blog des Dupéré Barrera, vignaioli in Provenza (La Garde, Var), giovani, appassionati e bravi (conosciuti al TigullioVino meeting), la foto qui a fianco è tratta da un loro post di fine agosto;
  • Wine Terroirs: Wine Tasting, Vineyards, in France, di Bertrand Celce. Fotografo free-lance e grande appassionato di vino, Bertrand Celce è uno dei più interessanti wine reporter su piazza in Francia in questo momento. Esemplare l'ultimo post sulla vendemmia al Domaine Bunan a Bandol, Provenza.
  • MesVignes.com, di Stephan Querault, enologo presso la cantina Château Montana a Banyuls dels Aspres, Pirenei Orientali, e imprenditore dell'iniziativa Web-Vignerons (ne parlammo qui).
  • Le Blog de la Famille Perrin, i proprietari del Chateau Beaucastel, noto produttore in Courthezon di affermati Châteauneuf-du-Pape ed altri vini nella denominazione Côtes-du-Rhône. Qui si comincia con il video della vendemmia della Grenache bianca: noterete una delle peculiarità del terroir di questa tenuta, costituita dai ciotoli. Le vigne ad alberello (ci sembra di riconoscerle dalle immagini) crescono su un terreno completamente ricoperto di ciotoli (galets). [Bonus: qui trovate il report di una visita recentissima documentata da Courtney Cochran, sommelier e blogger di San Francisco.]

Chi di voi avesse altre segnalazioni di vendemmie digitali in corso, non esiti a farmelo sapere. Verranno aggiunte qui.

———————-
Le foto di questo post:
- grappolo di Alicante, di Gianpaolo Paglia – Poggioargentiera
- grappoli di Cabernet in maturazione nel Var, Le Blog des Dupéré Barrera